Numerosi studi hanno evidenziato che le diete mediterranee tradizionali svolgono ruolo protettivo per le CVD. Meta-analisi di studi osservazionali hanno dimostrato che la dieta mediterranea è associata a un minor rischio di depressione.

Gli esperti dell’Osservatorio hanno stilato 5 consigli per introdurre la “giusta” quantità di grassi.

1) Utilizzare olio extravergine d’oliva, come condimento (20-30 grammi al giorno, 4-6 cucchiaini);

2) Consumare latte e latticini, tutti i giorni. Due porzioni di latte (cad.200 ml) o yogurt (cad.125 g) oltre alla ricotta, latticino ottenuto lavorando il siero del latte, ricco di lattoferrina, proteina con effetti antinfiammatori.

3) Formaggio fresco o stagionato come il grana padano DOP, consigliati come secondo piatto 2-3 porzioni a settimana (cad.100 g fresco e 50 g stagionato). Oltre a consumarlo come secondo, questo formaggio si può mangiare anche tutti i giorni (2-3 cucchiai di grattugiato, cad. 10 grammi) per insaporire i primi piatti al posto del sale.

4) Il pesce, almeno 3 volte a settimana per un totale di 600 gr. di parte edibile.

5) Frutta secca, noci, mandorle, ecc: se ne può consumare 15-20 grammi ogni giorno.

 

Leggi il resto qui

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/

 

farro
ph. by Joel Rogness
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...